fbpx

SPECIAL GUEST – “DANTE” I.I.S. BENEDETTO CASTELLI

 

Itis Castelli logo

“DANTE”
ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE (I.I.S.) BENEDETTO CASTELLI

Hanno vinto il Rockwell Collins Innovate Award. I nove studenti dell’Iis Castelli di Brescia a Eindhoven in Olanda hanno partecipato, sola squadra italiana, alla finale della gara internazionale di robotica: non si sono classificati per la finalissima negli Usa, ma si sono comunque visti assegnare un riconoscimento molto importante e meritato, quello per la completezza e complessità tecnica del loro «Dante», il robot progettato e costruito a scuola, in grado di muoversi telecomandato anche su terreni accidentati e di raccogliere oggetti. Sono stati apprezzati il sistema di cingoli per adattarsi ai dislivelli, la costruzione robusta, la tecnologia perfetta, nei particolari e nell’insieme.

«Dante» è stato ritenuto unico ed elegante, davvero funzionante, e chiara è stata la spiegazione del processo che ha portato alla sua costruzione. Un robot che è il risultato di mesi di lavoro e di competenze interdisciplinari sviluppate, non solo in ambito informatico, ma anche di elettronica, meccanica e telecomunicazioni.

Fondazione CastelliÈ frutto del sostegno, non solo della Fondazione Castelli, ma anche di un pool di aziende che hanno fornito i materiali, l’assistenza, e che hanno persino aiutato con lo stampaggio in 3D di parti del prototipo, fatte apposta per quel progetto. Giampietro Busi, Andrea Cassamali, Ettore Gorni, Laura Brognoli, Lorenzo Borboni, Luca Franceschini, Stefano Gentilini, Alekos Filini, Michele Treccani, studenti di quarta e quinta, hanno reso onore alla scuola, come hanno fatto anche i loro compagni l’anno precedente. Come riferito dal docente Alessandro Bugatti, l’esperienza è stata molto positiva.

Per il team del Castelli è stato soprattutto importante trovarsi con ragazzi di tanti Paesi, in un proficuo interscambio, così come vuole l’iniziativa a carattere mondiale.

DANTE, IL DIVIN ROBOT

Il progetto Dante nasce dalla collaborazione di tutti i dipartimenti dell’ITIS Castelli i cui studenti più volenterosi si sono sfidati nelle qualificazioni per formare la squadra di lavoro finale. Sono stati coinvolti gli studenti di  meccanica che hanno studiato le forze in gioco per creare una struttura solida ed affidabile, gli studenti di automazione industriale si sono occupati dell’elettronica e della gestione dei motori mentre gli studenti di informatica e gli studenti di telecomunicazione hanno unito le forze per creare il software che controlla il robot e che comunica con il joystick.

Il progetto nasce anche dalla collaborazione delle aziende che hanno realizzato o stampato in 3D i componenti progettati dagli studenti. Tra i collaboratori principali troviamo nomi come Automazioni Industriali, Gefran, Meccanica PiErre, Marco S.P.A, Mollificio Scassa, Fabula 3D e 3D Design.

Il robot è stato ideato per essere in grado di raccogliere oggetti disposti in campo e scaricarli in un serbatoio posto su una rampa.

Principalmente Dante è formato da:
– un sistema di trazione formato da dei cingoli scelti per il loro alto coefficiente di attrito e da delle sospensioni ideate fino nei più piccoli dettagli dagli studenti per poter essere versatili e stabili in tutte le situazioni poste dal campo di gara
– un sistema di raccolata pezzi realizzato con due cingoli paralleli che è in grado di fare una selezione sui pezzi presenti in campo
– un serbatoio che è in grado di scorrere su un piano attraverso l’utilizzo di un mulinello e due molle di compensazione
– due bracci telescopici inclinati a 45° per distribuire meglio le forze
– un sistema di comunicazione e controllo che sfrutta due smartphone collegati tra loro via wifi direct

SCOPRI I DETTAGLI DEL PROGETTO: FTC 2016 – ResQ