PARTNER n. 10/11   FELP Assembly Pad. 8
Stand 10
  Ragione Sociale FELP ASSEMBLY SYSTEMS  SRL
Via E. Fermi n. 2 – 24050 Palosco (BG)
Tel. 035 845577 – Fax 035 846365
Sito web: www.felpassembly.com
Mail: info@felpassembly.com
  Settori Merceologici 39.00 – macchine transfer e unità di lavoro
   
  Profilo Aziendale Da oltre 30 anni FELP progetta e realizza sistemi di assemblaggio e collaudo affermandosi a livello internazionale nei principali ambiti di mercato dei settori sanitario, rubinetteria, valvole a sfera, raccorderia e automotive, attraverso la realizzazione di automatismi industriali implementati su linee meccaniche o a pallet, tavole rotanti e banchi semi-automatici
   
Step di Lavorazione  ASSEMBLAGGIO
Descrizione Step di Lavorazione Alimentazione pezzi
I pezzi lavati vengono caricati in una tramoggia motorizzata di un elevatore elettrico a piastre tramite due canali vibranti. I pezzi giungono quindi al doppio sistema di alimentazione a nastri retroilluminati, dove un robot antropomorfo, grazie al sistema di visione, si occupa di prelevare il pezzo e caricarlo nella macchina di assemblaggio. I pezzi eventualmente non prelevati dal robot ritornano tramite nastri trasportatori alla tramoggia iniziale. Le sfere diamantate raggiungono la macchina di assemblaggio tramite nastrino motorizzato proveniente dall’impianto di lavorazione sfere mentre tutti gli altri componenti della valvola a sfera vengono inseriti alla rinfusa in sistemi vibranti personalizzati completamente automatizzati per la selezione e l’orientamento.Assemblaggio
La macchina di assemblaggio ha lo scopo di montare e collaudare la valvola a sfera da ½” con tutti i suoi componenti in modo completamente automatico.Il corpo valvola, proveniente dall’impianto di lavaggio,  viene caricato tramite sistema di visione robotizzato nel posapezzo personalizzato della rotante. Le successive stazioni della tavola rotante sono adibite al montaggio di componenti e/o all’esecuzione di una particolare operazione sulla valvola a sfera, eseguendo sequenzialmente l’intero processo di assemblaggio:-Inserimento prima sede PTFE nel corpo valvola-Nebulizzazione lubrificante all’ interno del corpo valvola e ingrassaggio sede ptfe-Inserimento asta di comando (premontata di O-ring e anello antifrizione) nella sede asta del corpo valvola-Fasatura ed Inserimento sfera cromata prelevata automaticamente dalla macchina di lavorazione sfere-Ingrassaggio ed Inserimento seconda sede PTFE nel manicotto-Avvitatura manicotto sul corpo valvola con micro applicazione collante frenafiletti e successivo depostio della valvola su un carosello di accumulo per consentire corretta essicazione collante

La valvola a sfera così assemblata è pronta per essere collaudata. Il collaudo di tenuta micro-perdite tramite insufflaggio aria nella valvola a sfera, viene eseguito con l’ausilio di specifiche apparecchiature elettroniche, interfacciate con il PLC della macchina.

La fase di assemblaggio finale viene processato su una seconda tavola rotante e consente la personalizzazione della valvola a sfera, attraverso il montaggio automatico della leva di comando con relativo dado di bloccaggio e la marcatura sulla superficie superiore della leva.

Il tempo ciclo per il collaudo e montaggio completo della valvola a sfera è inferiore ai 3 secondi, ciò significa che ogni 3 secondi la tavola rotante eseguirà una rotazione predisponendo ogni pezzo per la lavorazione successiva e scaricando dall’ultima stazione una valvola a sfera assemblata e collaudata .

Scarico pezzi
Dopo l’assemblaggio, i pezzi vengono scaricati in un cassone.

Lavorazioni di particolare interesse Nel processo di montaggio valvola a sfera possono essere inserite o modificate alcune fasi a seconda della composizione finale della valvola a sfera e delle specifiche esigenze di montaggio e collaudo del cliente finale.
Macchine, equipaggiamenti, materiali utilizzati Tavole rotanti, stazioni di montaggio personalizzate per ogni singolo componente, Sistemi vibranti di selezione e orientamento, centraline di collaudo.

— Sistema di visione DRS, robot antropomorfi, elevatore elettrico a piastre.

Scheda tecnica generale (macchine, equipaggiamenti, materiali utilizzati)  Vedere sito internet http://www.felpassembly.com/ nella sezione “linee di assemblaggio e collaudo valvole”.
Caratteristiche o applicazioni innovative delle macchine, equipaggiamenti, materiali utilizzati La caratteristica principale di una macchina di assemblaggio è la totale customizzazione ottenuta sulla base delle specifiche richieste tecniche di montaggio e collaudo del cliente finale.Il processo di progettazione è quindi fortemente personalizzato in termini di necessità produttive, ergonomia, standard qualitativi, innovazioni tecnologiche e benefici industriali richiesti dal committente. L’obiettivo è quello di garantire una progettualità ad elevato contenuto di personalizzazione, tale da porre le basi all’allestimento della soluzione di assemblaggio più idonea e funzionale, completamente automatizzata e controllata elettronicamente da software dedicati di produzione FELP. Ogni singola macchina o sistema di automazione industriale è mantenuto e controllato da sistemi software programmati ad hoc da un team interno, costantemente aggiornato e potenziato in materia di innovazione, ricerca e sviluppo. La progettazione e la personalizzazione della strumentazione software consente di trarre evidenti benefici in termini di potenziamento degli impianti FELP, di verticalizzazione delle funzionalità e di semplificazione logistica. Ogni software è dotato di un sistema di autodiagnosi e verifica di processo tale da consentire massimo controllo e una concreta ottimizzazione delle dinamiche di manutenzione e intervento da parte dei singoli operatori. Ogni impianto è inoltre equipaggiato con sistemi di teleassistenza remota in modo da poter supportare l’utilizzatore finale in modo tempestivo e funzionale direttamente dalla sede.

—Il robot è dotato di un particolare sistema di visione, preciso ed affidabile: DRS (Drive Robot System). Questo sistema è stato sviluppato internamente in azienda e tra le sue caratteristiche principali rientrano la possibilità di: prelevare il pezzo quando è fermo (“motion control”), vedere delle “sotto viste”, posizionare delle “windows check” per verificare l’assenza di ulteriori pezzi nelle vicinanze, salvare un’analisi dettagliata del processo. Il sistema di visione è stato pensato e sviluppato per adattarsi alle principali applicazioni industriali.
L’elevatore elettrico a piastre è dotato di un PLC connesso ed in grado di comunicare direttamente con il robot.

Campi di applicazione  Settore sanitario e gas, rubinetteria, valvole a sfera, raccorderia, automotive, componenti elettrici, accessori pneumatici, accessori di ferramenta e atre nicchie produttive
  Brochure