A meno di una settimana dal termine della quarta edizione di BIE, già si pensa al 2019. Gli espositori hanno premiato l’iniziativa con entusiasmo, confermando in gran parte il proprio spazio espositivo già durante i giorni di fiera e una buona percentuale ha mostrato interesse per ampliare, se non raddoppiare, la propria area.

Segnali forti e chiari di un settore trainante e vivo, che ha reso l’aria in fiera frizzante e spumeggiante e di un organizzatore che ha saputo creare una fiera delle aziende per le aziende, la cui formula innovativa si è dimostrata vincente. Questo grazie a tutti coloro che hanno collaborato per garantire un alto livello alla manifestazione:

  • Patrocinatori e partner tra cui in particolare l’Associazione Industriale Bresciana, in prima linea con contributi alle aziende partecipanti, l’incoming buyer esteri e l’attenzione verso le scuole;
  • Partner di Fabbrica in Fiera, che ha confermato il successo dell’iniziativa e la straordinarietà delle aziende bresciane in grado di costruire e far funzionare senza alcuna pecca una vera e propria fabbrica 4.0, dove oltre all’integrazione delle macchine è stata vincente l’integrazione e la cooperazione tra il fattore umano che ognuna di esse porta con sé.
  • Official sponsor, che quest’anno hanno contato un nome d’eccezione a livello mondiale, Petronas Lubricants Italy Spa che ha dimostrato un’altissima competenza nel mondo dei lubrificanti industriali e Vendor, che è intervenuto sul tema dell’efficienza energetica e finanziaria per le aziende.
  • Tutti i partner che sono intervenuti con seminari e convegni, come Stain, MB Consulting, Italy China Link, ISFOR, Fondazione AIB, Assofond, CSMT e AQM con la scuola di pressocolata.

Appuntamenti collaterali che hanno contribuito a portare in occasione della manifestazione la partecipazione di Presidenza del Consiglio, Regione Lombardia, Provincia di Brescia, ICE, oltre a realtà internazionali come Google, Cisco, AICI Associazione delle Impresi Cinesi in Italia, che conta 57 multinazionali, e molte altre.

S’inizia già a pensare alla prossima edizione dunque, che punterà nuovamente su: macchine utensili, che quest’anno hanno partecipato con i più grandi nomi del territorio nazionale; automazione e robotica; area 4.0 servizi che ha contato una fortissima partecipazione; area microimprese, per dare spazio a tutte le aziende di piccole dimensioni operanti nella subfornitura. E ancora, ovviamente, fabbrica in fiera, che amplierà i suoi spazi per un progetto ancora più ambizioso, nella patria della lavorazione dei metalli.

L’appuntamento è dunque per il 23-24-25 Maggio 2019.